Eco-menù: Ingredienti e cucina

Cambiare il nostro menù e utilizzare ingredienti vegetali nei nostri piatti non significa rinunciare alla buona cucina, al gusto, al piacere di mangiare. Queste sono false credenze! Al contrario, introducendo una maggior quantità e varietà di ingredienti vegetali ed eliminando carne, pesce, formaggi e uova (che sono alla fin fine solo 4 tipi di ingredienti) la nostra cucina sarà più varia, versatile e fantasiosa. E il fatto che sia anche più sana è un ulteriore vantaggio!

La maggior parte degli ingredienti da introdurre sono quelli della tradizionale cucina mediterranea: una gran varietà di verdure, i legumi, cereali in chicco e in farine, frutta, frutta secca e semi, olio extra-vergine d'oliva. In aggiunta, vi sono altri ingredienti che provengono dalla tradizione millenaria orientale, a volte rivisitati e adattati alle esigenze dei palati occidentali.

Con un menù 100% vegetale si risparmia mediamente il 25% sul conto della spesa (ma anche ben di più, se il nostro menù era molto basato sulla carne): un effetto collegato assolutamente positivo!

Se sostituiamo tutti i formaggi e altri latticini, latte e uova consumati finora dagli utenti con vari ingredienti vegetali (legumi, farine di legumi, frutta secca, latti vegetali e derivati) si otterrebbe una enorme diminuzione delle emissioni di gas serra legate alla produzione di cibo, 6.6 volte di meno, a parità di calorie.

Testimonianza di Diego

Per senso di giustizia verso gli animali sfruttati negli allevamenti, la transizione verso un menù 100% vegetale è la scelta da fare. E fa scaturire la passione per la cucina vegan! [Continua…]

Gli ingredienti

L'errore da evitare è quello di voler sempre sostituire ogni singolo ingrediente che si usava da onnivori con un corrispondente vegetale: per alcuni ingredienti è corretto (ad esempio usare il latte di soia al posto di quello vaccino), ma quello che funziona di più è invece ripartire da zero, imparare a valorizzare e utilizzare in maniera diversa gli ingredienti tradizionali vegetali (della nostra cultura e di altre) e imparare nuove ricette basate su di essi.

In sostanza: molte ricette abituali si possono facilmente trasformare nella versione 100% vegetale cambiando 1-2 ingredienti o omettendone un paio, ma moltissima altre sono realizzabili partendo da zero sulla base dei tanti ricettari gratuiti disponibili.

Ecco da dove partire:

La cucina: consigli di base

Valorizza i cereali: oltre al noto risotto, si possono preparare piatti del tutto analoghi con altri cereali in chicco (farro, avena, orzo, ecc.) in infinite varianti con verdure e legumi, magari guarniti con frutta secca tritata. Oppure si possono gustare in tortine, polpette (sul genere dei noti "arancini di riso"), come ripieno di involtini di verdura, come sformati fatti al forno, in insalata fredda (insalata di riso o altri cereali, cous-cous, taboulè).
Per ogni cereale esiste la corrispondente farina, che si può usare per focacce, pane, crepes, e si può trovare in negozio la corrispondente pasta (non solo di semola, ma anche di riso, di mais, di farro e altri cereali).

Valorizza i legumi: oltre all'utilizzo in zuppe, minestre e lessati, si possono usare come condimento per la pasta o cereali in chicco, stufati in spezzatini con verdura, oppure in purea. E ancora: per polpette da cuocere al forno o in padella; come ripieno in crepes o torte salate e fagottini di pasta sfoglia; in paté da spalmare su tartine o crostini per ottimi antipasti; in sformati caldi o freddi. La farina dei vari legumi si può usare per frittate, crepes, gnocchi (mescolata a farina di cereali), in impasti per pasta fresca (in particolare quella di lenticchie), per realizzare scaloppine da friggere in padella o polpette.

Valorizza la verdura: con le verdure si possono realizzare secondi o piatti unici molto gustosi. Si prestano bene nella preparazione di polpette, crocchette e medaglioni, cotti in forno o fritti; in spiedini (magari assieme a tofu e seitan); ripiene di cereali, legumi o altre verdure; gratinate al forno, magari con una salsa di legumi; in sformati, anche con l'aggiunta di besciamella; in budini salati (da servire anche freddi); come ripieno di torte salate; nelle frittate realizzate con farine di cereali o legumi; in purea; in muffins e plum cake salati; in spezzatini con funghi o con seitan; al tegame con spezie o aromi.

Dove trovare ricette:

Per proseguire: Scopri i falsi miti che circolano sull'alimentazione 100% vegetale.