Ridurre l'impatto ambientale per la salute

Non sono solo le generazioni future a essere danneggiate dai danni all'ambiente; il loro effetto si fa sentire già adesso: inquinamento delle acque, del suolo e dell'aria; effetto serra, che ha anche l'effetto collaterale di rendere più difficile la produzione di vitamina D, che il nostro organismo auto-produce grazie ai raggi solari (essa non si ricava infatti dall'alimentazione, se non per una percentuale trascurabile), rendendo così spesso necessario il ricorso a integratori.

Non solo: quando modifichiamo il nostro menù rendendolo a base di cibi vegetali, oltre che ridurre la nostra impronta ecologica aumentiamo anche la probabilità di evitare le malattie cosiddette "del benessere", maggior causa di morte e invalidità nei paesi occidentali (come cardiopatia ischemica, ipertensione, diabete di tipo 2, obesità e alcuni tipi di cancro). Alcune di esse (quelle cardiovascolari, il diabete di tipo 2, ecc.) possono anche essere curate o tenute sotto controllo con una dieta sana 100% vegetale, basata su cibi "come colti" e a basso contenuto di grassi.

Per maggiori informazioni, è disponibile il sito del PiattoVeg.

Per proseguire: Approfondisci le altre motivazioni: Per la società.

Ottenere un eco-menù è molto più semplice di quanto si pensi!

Consigli pratici

Conosci l'impatto delle tue scelte alimentari sull'ambiente?

Calcolalo adesso!

Se al posto di tutti i latticini e le uova consumati nei pasti degli utenti del sito si utilizzassero ingredienti vegetali (es. latte di riso, derivati della soia, paté di legumi e frutta secca, ecc.), a parità di calorie, si risparmierebbe moltissima acqua: ne servirebbe un 85% in meno. La scarsità d'acqua è un grave problema, che possiamo contrastare molto efficacemente con le nostre scelte alimentari.

Testimonianza di Stefano

Per coniugare le istanze ecologiste con quelle salutiste [Continua…]